Cerca
  • Graziella equilibraia

Perchè le persone ci feriscono? Perchè glielo permettiamo?


Oggi mentre andavo in libreria mi sono fermata a fotografare il mio lago, il lago d’Orta, lo sento mio, sarà la profondità, sarà che adoro l’acqua da sempre.

Pensando alle acque di questo lago, così profondo, così scuro, a tratti malinconico, sono emersi dall’abisso una serie di persone che negli anni mi hanno ferita.


Quando succede questo, quando mi ritrovo a pensare a queste persone, a dirla tutta a queste Donne, le domande che mi faccio sempre sono:

Perché mi succede questo?

Come mai si permettono di darmi giudizi non richiesti?

Cosa la mia presenza smuove in loro?

Ma soprattutto, Mi merito che mi “vomitino” addosso tutto questo perché sono spontanea e disponibile?


Per anni mi sono messa in discussione, nonostante mi sentissi sempre arrivare delle “pugnalate” nella pancia e non rispondevo per paura.


Mi sono analizzata tanto, sono scesa in profondità per comprendere e riconoscere questa paura e sono arrivata alla conclusione che ha a che "fare" con l’aggressività.


Mi sentivo sempre aggredita nel mio spazio, non amo l’aggressività e tanto meno cerco il conflitto e così, non rispondendo, pensavo che tutto passasse...ma dato che, come spesso dico, la Vita ti provoca ed è comunque ciclica, queste persone tornavano a ferirmi... o meglio cambiavano le persone ma la situazione si riproponeva.


Qualcuno potrebbe dirmi che le persone ti feriscono perché tu per prima ti tratti così.


Personalmente sono stufa e stanca di continuare a vedere solo dentro di me perché succede.


Mi sono accorta, osservando i vari episodi, che tutti hanno un denominatore comune,

succede ogni qualvolta io vivo un momento di gioia e di felicità; pertanto mi sono detta:

“cavolo, alcune persone non sanno gioire dei successi altrui ” (eppure dietro la parola successo, esiste un mondo, sacrifici, tenacia, perseveranza, rischio, coraggio, difficoltà, continuare a mettersi in gioco).

Lo so, sembra un po’ la scoperta dell’acqua calda, saper gioire per i successi altrui, in realtà non lo è, per me queste parole rappresentano quanto di più semplice può farti vedere la vita, niente di più. Per me la semplicità è la vita ma noi essere umani ce la complichiamo.


Detto questo non mi sento meglio... mi sento ferita e molto vulnerabile.

Cosa faccio?

Cosa possiamo fare quando succede questo?


Rispondere a tono direttamente alla persona? Rispondere alle loro provocazioni?

Per quanto mi riguarda questo non mi appartiene perché come ho già scritto non amo l’aggressività e rifuggo dalle persone poco sensibili e poco rispettose degli altri.


Se desidero rispondere faccio così:

“grazie per quanto mi dici, non lo condivido anzi mi sento ferita e non penso di meritarmi tutto questo.”

In buona sostanza parlo di me, di come mi sento, faccio leva sulla comunicazione non violenta.


Se desidero invece non rispondere perché non voglio delegare agli altri il mio potere e pertanto

dare importanza, ecco che uso per lasciare andare quanto è successo uno strumento che tanto mi aiuta: la scrittura... scrivo tutto ciò che sento, le sensazioni, le emozioni nate, come mi ha fatto sentire tutto questo.

Mi serve per non trattenere dentro di me cose, parole, sentimenti che mi fanno male.


Credo peraltro che incontreremo ogni tanto persone così, che si permettono di ferirti, soprattutto se sei emotivamente sensibile.


Queste persone forse ci servono perché la Vita ci ricorda di quanto Valiamo e che non è necessario ferire le persone perché siamo arrabbiate con noi stesse.

La strada secondo me è proprio la conoscenza di sé e nel viaggio della conoscenza di me che sto continuando a fare, sto integrando la mia emotività e sensibilità che fin da sempre ci sono e che in passato ho cercato di soffocare ma le ferite le sentivo ugualmente.


Oggi sono fiera di essere sensibile, emotiva e semplice... qualità che ricerco nelle persone perché sono la loro forza.


Un post personale, come spesso mi capita di scrivere perché io per prima sono una Donna che si è sentita ferita, e aiuto le Donne a imparare a conoscersi ed integrare le loro parti più vulnerabili nella loro vita in quanto credo nella forza della fragilità come potente Valore Aggiunto.


Se desideri lavorare con me visita i miei servizi di coaching cliccando qui https://www.graziellaridolfo.com/insieme-possiamo .


Graziella

74 visualizzazioni

​Sei Strategia ed Economia di Impresa di Mario Cavigioli e C. snc

Piazza Vittorio Veneto 1 - 28883 Gravellona Toce (VB)

Cod.Fiscale/P-IVA : 02021450032

​© 2018 by Graziella Ridolfo, equilibraia in Evolvo Libri 

Proudly created with Wix.com